Avvocato Filippo De Luca - Patrocinante in Cassazione
 
 

Gratuito Patrocinio

Come si presenta la domanda
Alla domanda deve essere allegata fotocopia di un documento di identità valido dell’interessato e del codice fiscale dello stesso.
Devono inoltre essere allegati copia dei documenti di identità e dei codici fiscali dei soggetti componenti il nucleo familiare nonché certificato di stato di famiglia.
L’istanza può essere presentata dal difensore che dovrà autenticare la firma di chi sottoscrive la domanda. Potrà anche essere inviata a mezzo raccomandata a.r. con allegata fotocopia di un documento di identità valido del richiedente.
La domanda, sottoscritta dall'interessato, va presentata in carta semplice e deve indicare:
  1. la richiesta di ammissione al patrocinio;
  2. le generalità anagrafiche e codice fiscale del richiedente e dei componenti il suo nucleo familiare;
  3. l'attestazione dei redditi percepiti l'anno precedente alla domanda (autocertificazione);
  4. l'impegno a comunicare le eventuali variazioni di reddito rilevanti ai fini dell'ammissione al beneficio.
Se il richiedente è detenuto la domanda può essere presentata al direttore dell'istituto carcerario che ne cura la trasmissione al magistrato che procede.
Se il richiedente è agli arresti domiciliari o sottoposto a misura di sicurezza la domanda può essere presentata ad un ufficiale di polizia giudiziaria che ne cura la trasmissione al magistrato che procede.
Se il richiedente è straniero (extracomunitario) la domanda deve essere accompagnata da una certificazione (per i redditi prodotti all'estero) dell'autorità consolare competente che attesti la verità di quanto dichiarato nella domanda. In caso di impossibilità, la certificazione può essere sostituita da autocertificazione.
Se il richiedente è straniero ed è detenuto, internato per esecuzione di misura di sicurezza, in stato di arresto o di detenzione domiciliare, la certificazione consolare può essere prodotta entro venti giorni dalla data di presentazione dell'istanza, dal difensore o da un componente della famiglia dell'interessato (oppure può essere sostituita da autocertificazione).